28
Gen
Il mondo è davvero piccolo...

E chi se lo aspettava? E' proprio il caso di dirlo, perchè sono cose che capitano ma, in questo caso, non me lo aspettavo da una persona con cui si hanno rapporti di lavoro quotidiani. E proprio per questo motivo che mi piacerebbe raccontare questo episodio.

 

Stavo sul mio posto di lavoro e viene nel mio reparto Carmelo per parlarmi delle solite cose come sempre da mesi e mesi a questa parte, solo che, casualmente, faccio una battuta che riguarda le “vecchiette”, e da lì la sorpresa mista a stupore: anche lui amante delle auto d'epoca.

Iniziamo un discorso che ci ha tenuti più di mezz'ora parlando di auto, motori e anni passati, di come non riesce a far capire ai suoi coetanei l'importanza e la storia che ha un singolo modello che ancora oggi ispira i designers (vedi l'Alfa 4C ispirata alla 33 Stradale del 1967), o come una grande industria ha prodotto auto che ancora oggi sono costruite in altri paesi, e tanto altro ancora.

Ma perchè era venuto nel mio reparto? … completamente dimenticato.

Ma oltre a questo abbiamo scoperto di avere in comune tante altre cose: è di Barrea, meta di molte delle nostre passeggiate, nonché meta di un nostro raduno ufficiale e proprio quel giorno venne ad ammirare la carovana di auto parcheggiate fuori il ristorante (e vide anche il mio spiderino); conosce qualcuno dei membri del club; ha 25 anni ed è preparatissimo sull'argomento, cosa rara per persone della sua età. E queste sono solo alcune delle cose che ho scoperto (l'elenco è molto più lungo).

Ma non è tutto: mi ha fatto promettere che il prossimo raduno o giro devo portarlo con me e fargli guidare il mio duetto.

 

Tranquillo: il primo giro del 2015 starai tu alla guida.

 

 Sarà nata una bella amicizia oltre il rapporto di lavoro?

 

 

PS: Carmelo è quello con tanti capelli...

10
Gen
SPIRITO LIBERO

In questi giorni in cui, appena usciti dal clima delle feste natalizie, qualcuno ci ha riportato bruscamente ad una cruda realtà, ognuno esprime la propria solidarietà alle vittime degli attacchi terroristici che hanno sconvolto la Francia.

Fra i vari commenti, le immagini e le testimonianze a favore dei giornalisti di Charlie Hebdo, questa è quella in tema con il nostro ambiente. 

Pubblicata sulla pagina facebook di un certo "NaBabbo Natale", è stata elaborata proprio da questi, riprendendo una pubblicità della Renault 4 dei primi anni '80, che, guarda caso, risulta a firma di un certo Wolinski, una delle vittime della strage nella redazione del giornale.

Insomma: JE SUIS CHARLIE

 

 

01
Gen
RINVIATO IL PRANZO SOCIALE

ATTENZIONE! AVVISO IMPORTANTE. 
Viste la situazione non facile, a seguito delle copiose nevicate a Villalago, e delle temperature particolarmente basse, ABBIAMO DECISO DI RIMANDARE L'APPUNTAMENTO A DATA DA DESTINARSI. Crediamo sia cosa gradita a tutti, scusateci, ma comprenderete. 
AUGURIAMO A TUTTI I NOSTRI AMICI E SOCI UN BUON 2015!